Category Archives: about

Page ‘ABOUT’

exposition

Mostre principali/Main Exhibitions

2015
Patchwork#2
a cura di Antonio D’Amico
Must Gallery Lugano Svizzera

Progetto Borca
Borca di Cadore Bl

2014
Progetto Borca
Borca di Cadore Bl

2013

Pulsart/witch hunt
a cura di Anna Zerbaro Pezzin
Schio Vicenza

L’arte a lungha conversazione
collettiva
San Vito di Cadore  Belluno

Dolomiti contemporanee/et un’oseliera et non vi è
a cura di Gianluca D’Incà Levis
castello di Andraz    Belluno

Antologia di un progetto
galleria Biagiotti
Firenze

 

2012
Dolomiti contemporanee/L’uomo non è una felce
a cura di Gianluca D’Inca Levis
Taibon Agordino Belluno

Dolomiti contemporanee/play by the rules
a cura di Gianluca D’Incà Levis
museo etnografico delle regole,Cortina D’Ampezzo Belluno

Return to the forest/personale di scultura
a cura di Carolina Lio
galleria Marconi Cupra marittima Ascoli

2011
Dolomiti Contemporanee/Paint one
a cura di Gianluca D’Inca Levis
Sass Muss Sospirolo Belluno

Vulpes Pilum Mutare
a cura di Carolina Lio
Bassano del Grappa

2010

Boys 5/6
Villa la Pietra/New York University
Firenze

Five Rooms
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Villa Miari Fulcis Belluno

Boys 5/6
Museo archeologico
Firenze

46/09
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Galleria Biagiotti Progetto Arte Firenze

Round Robin 3-Girone all’Italiana
Galleria Biagiotti Arte Contemporanea Firenze

Residenza presso Civitella Ranieri Foundation

2009
Blocchi – personale
Cubo di Palazzo Crepadona Belluno

M-Arte
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Borgo Piave Belluno

Immagini del presente
collettiva
Galleria Sagittaria   Pordenone

Animal Mirrors
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Lion Fine Art Belluno

2008
GaBLs
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Palazzo Crepadona Belluno collettiva

2007
Bellamonte TN Mostra di sculture collettiva
Lorenzago BL Lorenzago aperto collettiva

Concorsi e simposi in legno/Sculpture Contest

2008
Belluno XXIII Ex tempore Internazionale di scultura su legno vincitore / winner

2007
Belluno Ex tempore segnalazione

2006
Belluno Ex tempore

about me

IMG_1049

Nato a Padola di Comelico (BL) nel 1984
Laureato in Scultura a Brunico e Selva di Val Gardena
Vive e lavora a Padola di Comelico

De Martin Topranin compie la sua prima formazione all’interno della tradizione scultorea dell’Alto Adige. Grazie all’istintiva capacità di manipolazione delle masse plastiche, De Martin Topranin riesce a trovare una sua particolare delicatezza senza rinunciare ad una forte potenza espressiva.
Ha preso parte al progetto sui giovani artisti italiani che la Galleria Biagiotti ogni anno dedica ad una diversa regione, partecipando alla collettiva dedicata alla regione Veneto 46/09, in collaborazione con GaBLs, (Giovane Artisti Bellunesi). Le figure lignee di De Martin Topranin colpiscono per la potenza espressiva, e al tempo stesso per la quieta fermezza sintetica con cui egli sa rinnovare il modello tradizionale della scultura. La modellazione plastica è lo strumento per un’indagine esistenziale dell’uomo contemporaneo e del suo spirito. Le psicologie, le solitudini, la problematicità dei rapporti interpersonali, vengono fissati, definitivamente, nelle fisionomie e nelle posture dei personaggi, attraverso uno sguardo che è assieme crudo, dolce, dolente. A partire dal 2009, questo realismo poetico si è concretizzato nella realizzazione di coppie di figure a dimensione
reale.

Born in Padola BL in 1984
Graduated in Sculpture
He lives and works in Padola di Comelico

De Martin Topranin completed his artistic formation within the sculptural tradition of northern Italy. Because of his instinctive ability in the manipulation of plastic masses, De Martin Topranin is able to create delicate feeling in his work without renouncing strong expressive power. He was part of the project for young Italian artists, that the Biagiotti Gallery devotes every year to a different region in Italy, participating in the collective exhibition 46/09, in collaboration with GaBLs (Young Artists from Belluno ). The linear figures of De Martin Topranin are striking for their power to express, and at the same time for their concise immobility with which he knows how to renew the traditional model of sculpture. Plastic modeling is an instrument for the search into the existence of contemporary man and his spirit. The psychologies, the solitudes, the problems of interpersonal relationships, are fixed permanently in the appearance and postures of the characters, through a look which is altogether raw, sweet, aching. Since 2009, this poetic realism has been realised in pairs of life-size figures.